Rimini presenta i presepi di sabbia artistici

Si è aperta a dicembre, in occasione delle festività natalizie, la quinta edizione dei Presepi sulla spiaggia di Torre Pedrera e Rimini.

Nato nel 2007 per iniziativa dell'Accademia della sabbia, il progetto ha coinvolto un variegato gruppo di artisti appartenenti al panorama internazionale. I due spettacolari presepi si riconfermano essere un'ottima vetrina per le due rinomate località turistiche, che riscontrano ogni anno una grande affluenza di pubblico.

In Piazzale Boscovich, un porto riminese vestito a festa sfoggia, nella sua suggestiva ambientazione, al coperto del villaggio natalizio, Ice Village con la pista del ghiaccio e, accanto, uno spettacolare presepe a grandezza naturale che si estende per un'area di circa 300 mq e 3 m di altezza.

Tema dell'allestimento è la storia del Cristianesimo rivissuta in un viaggio nel tempo attraverso una Rimini che esibisce i più importanti punti di interesse storico urbanistico: il ponte di Tiberio, l'Arco di Augusto, il Tempio Malatestiano. In una suggestivo alternarsi, passato e presente, Terra Santa e Rimini, arti e mestieri si avvicendano in questo ecosistema.

350 mq di suggestioni in sabbia, 500 m di cavi luminosi e 300 piante vere sono stati impiegati per questo gruppo scultoreo che ha impegnato per 30 giorni di lavoro i 5 artisti provenienti da Francia, Spagna, Turchia e Repubblica Ceca.

L'ingresso è gratuito ed è aperto nei giorni festivi fino alle ore 22.

A corollario del presepe troverete spettacoli di animazione per bambini ed eventi di natura enogastronimca.

...anche a Torre Pedrera

Non meno valido è il presepe di ispirazione marinara allestito a Torre Pedrera. In corrispondenza dei bagni 64 e 65, Leonardo Ugolini e Pierpaolo Pronti hanno diretto i lavori di un manipolo di scultori di successo provenienti dalla Repubblica Ceca e dall'Olanda, mettendo in scena una natività ambientata nel porto di un affaccendato borgo marinaro, all'ombra di un imponente faro di sabbia di ben 10 mt.
Una processione di imbarcazioni tradizionali di questa parte di Adriatico trasportano la sacra famiglia, il bue e l'asinello, i Re Magi, tutto rigorosamente di sabbia.
L'apprezzamento del pubblico non si è fatto attendere, si è ritrovato tutto ordinatamente in coda per onorare le fatiche e il virtuosismo dei maestri. Le visite sono aperte nei giorni feriali fino alle 20 di sera, nei festivi si concludono alle ore 22.